Antico frutteto

Pag. 33

L’antico frutteto, realizzato grazie al contributo della Regione Campania in collaborazione col GAL CILSI nell’ambito del progetto “TradizionalMente”, ospita circa 60 alberi di diverse varietà di mele, tutte coltivate anticamente nel territorio Irpino e oggi ampiamente in disuso o del tutto scomparse. La valorizzazione della biodiversità agricola, in un periodo in cui le produzioni sono sempre più incentrate sulla coltivazione di poche varietà, diventa un fattore importante per vari motivi:

– mantiene la biodiversità, essendo la variabilità genetica una risorsa preziosa, fortunatamente ancora individuabile nelle aree interne e ad agricoltura marginale;

– incrementa le produzioni tipiche del territorio facendole diventare opportunità economica se collegate a prodotti di nicchia, al km zero, alla cucina tradizionale;

– rispetta l’ambiente prevedendo l’utilizzo di varietà locali, ben adattate alle condizioni pedoclimatiche del territorio, che richiedono meno interventi in termini di input energetici e chimici.

Antico fruttetoLa realizzazione di un antico frutteto di mele irpine presso l’Oasi è dunque un modo per conservare un patrimonio che ha tradizioni centenarie e per far si che non si disperda quello che attenti agricoltori hanno selezionato e conservato nei loro appezzamenti consentendo che non solo la memoria dei loro nomi ma i loro frutti, le varietà stesse possano durare per almeno altri 100 anni. La scelta di destinare questa piccola area dell’Oasi alla coltivazione delle mele che maggiormente rappresentano l’Irpinia, terra di colline e monti, permetterà a chi verrà in visita di conoscerle e di apprezzarle, adatte come sono a essere mangiate come frutta autunno-invernale ma anche alla produzione di conserve, di sidro e di piacevolissimi dolci tipici.

L’antico frutteto si trova a pochi minuti di cammino dal Centro Visite ed è raggiungibile attraverso una piccola deviazione del Sentiero delle Mountain bike.